Prospettive e stakeholder


Il corso di studi fornisce competenze ad ampio spettro, spendibili all'interno delle professionalità che richiedono elevate conoscenze di ambito umanistico, capacità di produzione e di interpretazione di testi, capacità di gestire criticamente le informazioni. Gli sbocchi che si aprono al laureato in Filologia, letterature e storia dell'antichità sono il lavoro nell'ambito pubblicistico, editoriale, della comunicazione, delle pubbliche relazioni e della gestione delle informazioni, della valorizzazione e promozione dei beni culturali, della conduzione di centri di ricerca di ambito umanistico (biblioteche, archivi, fondazioni, sovrintendenze, musei), della stesura di testi per finalità diverse. L'elasticità del percorso permette anche agli studenti interessati di acquisire, attraverso scelte mirate all'interno delle discipline, i crediti necessari per accedere al percorso che avvia alla professione di insegnante nelle scuole secondarie. Il laureato magistrale potrà altresì accedere a dottorati di ricerca e master di secondo livello negli ambiti di competenza.
I profili professionali di riferimento sono:

Redattore di testi/pubblicista
Funzione in un contesto di lavoro:
il redattore di testi/pubblicista acquisisce, seleziona ed elabora l'informazione, producendo testi di varia misura, tipo e argomento (politica, economia, cultura, spettacolo, sport) destinati al pubblico o a un'utenza professionale (testi tecnici, manuali).
Competenze associate alla funzione: buone competenze e conoscenze linguistico-letterarie e storico-culturali; reperimento, selezione e valutazione critica di dati e informazioni; capacità di sintesi; capacità di stilare testi di vario genere e dimensione pertinenti, chiari, efficaci ed adeguati al destinatario; capacità organizzative e relazionali; padronanza dei programmi di videoscrittura, editing e impaginazione grafica.
Sbocchi occupazionali:
editoria periodica (su carta e elettronica), televisiva, radiofonica; siti web, uffici stampa di aziende e istituzioni pubbliche, agenzie di informazione.

Editor
Funzione in un contesto di lavoro:
è il funzionario responsabile della definizione di una parte della linea di un'impresa editoriale, dirige una o più collane per le quali compie le principali scelte progettuali (ne stabilisce le coordinate tematiche, di genere e di stile, esamina i testi proposti, cerca nuovi testi, programma le uscite, controlla i paratesti).
Competenze associate alla funzione:
solide competenze linguistico-letterarie e storico-culturali; autonomia di giudizio e sensibilità letteraria; capacità di impostare e gestire una progettazione editoriale articolata; approfondita conoscenza delle principali dinamiche del sistema editoriale contemporaneo; sicure capacità di scrittura argomentativa ed espositiva; piena consapevolezza delle specifiche forme editoriali (varietà di formati del libro elettronico, pluralità dei dispositivi di fruizione) e delle dinamiche di comunicazione proprie del mondo dell'editoria digitale.
Sbocchi occupazionali:
case editrici e agenzie di servizi editoriali; aziende private ed enti pubblici che stampano prodotti editoriali.

Addetto stampa
Funzione in un contesto di lavoro:
stila e diffonde comunicati stampa, articoli, interviste, dati all'interno di un'istituzione/impresa e all'esterno (quotidiani e periodici, altri media); organizza eventi, presentazioni, conferenze stampa; gestisce un archivio di contatti, informazioni, attività svolte e documentazione relativa.
Competenze associate alla funzione:
buone competenze e conoscenze linguistico-letterarie e storico-culturali; capacità di redigere testi informativi e argomentativi pertinenti, chiari, efficaci ed adeguati al destinatario; capacità di gestione funzionale di un archivio; solide capacità progettuali e organizzative; spiccata sensibilità relazionale; padronanza dei programmi di videoscrittura, editing e impaginazione grafica.
Sbocchi occupazionali:
uffici stampa di istituzioni pubbliche e private, case editrici, aziende.

Redattore editoriale
Funzione in un contesto di lavoro:
supervisiona e coordina la realizzazione di un prodotto editoriale, seguendo le diverse fasi del processo di lavorazione, dalla consegna della bozza fino alla pubblicazione; propone revisioni testuali, organizza la struttura del volume e ne controlla la coerenza rispetto alla tipologia della pubblicazione e alla linea editoriale.
Competenze associate alla funzione:
solide competenze linguistico-letterarie e storico-culturali; capacità di impostare e gestire un progetto editoriale; conoscenza delle principali dinamiche del sistema editoriale contemporaneo; redazione di testi argomentativi ed espositivi di misura breve; capacità di condurre una ricerca bibliografica d'archivio; padronanza dei più comuni programmi di videoscrittura, editing e impaginazione grafica.
Sbocchi occupazionali:
case editrici e agenzie di servizi editoriali; aziende private ed enti pubblici che pubblicano prodotti editoriali.

Esperto di gestione dell'informazione
Funzione in un contesto di lavoro:
raccoglie, trasmette, organizza e gestisce testi, dati, bibliografie, repertori di informazioni sia cartacei sia digitalizzati in centri di documentazione, archivi, segreterie, uffici di comunicazione e in tutti gli ambiti lavorativi che richiedano il recupero e la rielaborazione di dati e testi.
Competenze associate alla funzione:
buone competenze e conoscenze linguistico-letterarie e storico-culturali; raccolta testi e dati, allestimento di schede e repertori bibliografici; analisi della documentazione e valutazione di pertinenza e affidabilità delle informazioni reperite in relazione a un determinato campo di attività; rielaborazione dei dati acquisiti in vista di scopi specifici; capacità di organizzare la documentazione di un'attività svolta; familiarità con i più comuni programmi di videoscrittura, editing e impaginazione grafica.
Sbocchi occupazionali:
centri di ricerca, enti pubblici e privati, associazioni non profit, biblioteche e altri servizi culturali delle istituzioni del territorio.

Tecnico dei servizi culturali
Funzione in un contesto di lavoro:
progetta o collabora alla progettazione e realizzazione di iniziative ed eventi culturali o ne valuta l'efficacia e fattibilità.
Competenze associate alla funzione:
buone competenze e conoscenze linguistico-letterarie e storico-culturali; capacità di valutare il rapporto fra iniziative proposte e contesto socioculturale in cui si devono inserire; capacità di mettere in relazione settori diversi della produzione culturale; capacità di operare in contesti multiculturali; produzione di testi informativi e argomentativi (dai piani progettuali ai comunicati stampa); familiarità con i più comuni programmi di videoscrittura, editing e impaginazione grafica.
Sbocchi occupazionali:
enti pubblici e privati, biblioteche e altri servizi culturali delle istituzioni del territorio, associazioni non profit.

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.